fbpx
Lun. – sab. 10.00 -19.00, Dom. e festivi chiuso
Back to all Post

“Cats” A New Art Exhibition.

Le Opere degli Allievi Artisti con le rispettive critiche.

Aledo Isabel – “Termodinamica”

Un background tecnico-fantastico del gatto Fisico a mò di lavagna universitaria del grande professore, tanto più realizzato a mano!!! Ed un tenero e soffice gattino bianco e nero dipinto vaporosamente su questo sfondo.
Un contrasto di contenuti, ermetico al punto giusto. Termodinamica = trasferimento e trasformazione dell’Energia. Ma è lui il gatto scienziato? Cosa vuole indicarci? Una sua nuova scoperta?

Amoroso Annamaria – “The Moon”

Liberi riferimenti al dipinto “Gatti” di inizio ‘900 di Franz Marc. Opera rivisitata in maniera molto suggestiva, un notturno illuminato da una falce di luna, gatti sornioni ritratti nel sonno. Ma quanti sono? 3,4, o 5? Divertente scovare i gatti meno immediatamente visibili. L’uso del colore è molto potente, la quantità di materia è notevole, si legge una stratificazione spintae coraggiosa degli impasti. Espressionismo, espressionismo, espressionismo!!!

Brochiero Fabrizio – “Il guardiano della notte”

Vulcanico l’autore con il colore. Vulcanico come il gatto Occhi di brace!!!
Accostamenti di colori pieni, estrinsechi, a campiture definite ed isolate.
I viola ed i rossi, con tutto il loro impatto emotivo, accostati con decisione, forte richiamo all’opera di Kees Van Dongen, un vero Fauve, l’ Autore Fabrizio un vero Neoespressionista.
I protagonisti delle tre opere rappresentano solide personalità, ieratici guardiani del loro mondo e del loro tempo, pronti a tutelare impavidamente tutti coloro che ne fanno parte!!
Deciso l’azzardo di inserire nella Danse di Andrè Derain il mefistofelico Gatto nero in una popolazione fantastica di piccole creature colorate.

Brochiero Fabrizio – “Occhi di brace”

Brochiero Fabrizio – “La dance di Derain con il gatto Maleficat”

Bucchi Patrizia. “Anticonformismo radical chic”

Fantasmagorica composizione che parla di una personalità ricca e variegata, espansiva e passionale.
Oro e rosso intenso, un accostamento regale ed accattivante. Il gatto, beffardo e sicuro di sé e della sua originalità, si presenta come una star. Convinto esso stesso di rappresentare un’icona dell’anticonformismo, che diventa poi comunque, conformismo anch’esso.
Decadente e desueto, il protagonista, nelle sue convinzioni.
Attuale il contenuto, veramente originale la composizione.

Camaioni Domenico – “Il lunapark dei gatti”

Un Neofuturista senza dubbio!!
L’opera originale è stata dipinta in piccole dimensioni a gouache, pennarelli, acrilico, collage su cartone. Qui abbiamo la traduzione in misure maggiore in stampa su forex, che rende la composizione più scenografica.
Osserviamo un’impalcatura strutturale molto complessa ed originale che denota perizia e trasporto per disegno tecnico, oltre il gusto per i colori.
Quasi un Colosseum dove gioiose famigliole di gattini bianchi animano un paesaggio fatto prevalentemente di architetture ben studiate.
Diretto il riferimento alla pittura Futurista, in particolare all’opera di Fortunato Depero.

Campominosi Irene – “Pesca miracolosa”

“Nella vita tutto è un mistero” affermava René Magritte esponente di spicco del movimento surrealista. Il dittico di Irene “Sogno di un gatto” sembra utilizzare un linguaggio analogo. Rendere ciò che appare ai nostri occhi banale e consueto, un’illusione.
Ecco un banco di sardine attraversare la sagoma ritagliata un gatto attento pescatore!! Ed ecco a seguire uscirne le lische in branco!! Un continuum di azione tra i due dipinti, un prima ed un dopo attraverso l’illusione del gatto contenitore.
Eccezionale resa visiva nel dipinto “Pesca miracolosa”, per composizione prospettica e per la risoluzione cromatica. Un coloratissimo banchetto a base di pescato per i gattoni che giungono da ogni dove. Molto matissiano nell’assieme.

Campominosi Irene – “Sogno di un gatto 1”

Camponinosi Irene – “Sogno di un Gatto 2”

Consoli Loredana – “Donna con gatto”

Bel trittico d’effetto presentato dalla pittrice. Contenuti molto sentimentali e romantici, per una modalità pittorica composta e sufficientemente classica, basata su morbide sfumature. Rimandi alla pittrice Tamara de Lempicka. Toni molto pacati per la donna con il gattino bianco, in netto contrasto con la donna in rosso e gatto nero in primo piano, quasi la rappresentazione figurata del dualismo attribuito al gatto, carezzevole e sornione, signore della notte fiero e libero. Molto carico di anima l’abbraccio tenero tra i due gatti dormienti. Reminescenze di un Franz Marc del secolo trascorso.

Consoli Loredana – “Occhi”

Consoli Loredana – “Leeds e Bacon”

D’Angelo Francesca – “Romeo two face”

Un gatto bicolore, o meglio Chimera, un meraviglioso collage genetico di Madre Natura.
Occhioni azzurri per uno sguardo molto comunicativo in una composizione essenziale.
“Io sono il gatto” sembra dirci in questo dipinto “sono docile ed ho anche un pelo morbidissimo” molto ben dipinto tra l’altro “ma sappiate che all’occorrenza manifesto l’altro lato della mia essenza felina di predatore e signore della notte!!”.
Fondo oro splendido, splendente soluzione per illuminare il nero del mantello monocromo del protagonista. Pagliuzze d’oro dipinte magistralmente distribuite nel pelo ed all’interno degli occhi, illuminano e danno vita a questo bellissimo felino.

Delfino Paolo – “Riposo”

Colore, colore, colore!! Che tranquillità trasmette questa scena!
D’ispirazione vistosamente Matissiana per il soggetto dell’odalisca distesa nel suo riposo, e per l’uso del colore molto carico e molto vario.
Il gatto in primo piano pare anch’esso addormentato, ma vogliamo pensare sia in un sonno vigile pronto a proteggere la sua compagna al minimo disturbo!
Efficace l’uso del colore, molto steso attraverso morbide pennellate poco incisive.

Di Camillo Liliana – “Ciao ci sono anch’io! Jerry”

Due opere intimiste, soft, carezzevoli, che racchiudono tanti sentimenti, toni pastello dati a pennellate visibili ma mai troppo incisive.
Lo sguardo languido di Vladimiro non ha eguali!! Un gattino adorabile sotto lo sguardo severo ma affettuoso del secondo personaggio felino.
Jerry! Ma vi eravate dimenticati di me? Ci sono anche io sembra ricordarci, attraverso una presenza sulla tela in primissimo piano.
Pittrice Liliana di raffinati contenuti sentimentali, curata nella forma, composta e ricca di Anima.

Di Camillo Liliana – “Vladimiro”

Garavagno Myriam – “Bob e la luce”

Un grande amore per il suo bel gattone arancio!! Due ritratti di Bob realizzati con la forza del cuore. Il profilo è molto efficace, essendo molto accentuato il contrasto tra luci ed ombre, la luce intensa bianco gialla emerge accanto al profondo rosso amaranto. Qui appare un gatto vigile, attento, scrutatore, presente a sé, con lo sguardo volto verso una finestra, un’apertura sul mondo.
Bob tra i fiori è invece introspettivo e parla della sua tenerezza e fragilità, teneramente dipinto, affacciato tra materici fiori magenta, in una bella composizione arricchita dall’oro.

Garavagno Myriam – “Lo sguardo di Bob”

Lombardi Giovanna – “Luna”

Interessante ed innovativo, oltre che originale, l’uso dei supporti, sezioni circolari tronco d’albero. Un materiale ex vivo che rappresenta un valore aggiunto alla graziosità e finezza delle tre piccole opere.
L’uso del bianco/nero riduce la composizione all’essenza del contenuto, il colore viene eliminato come fonte di distrazione.
Meraviglioso il riflesso alla finestra, un virtuale abbraccio di due anime in sintonia, una bimba all’interno ed un gatto sul davanzale, seppur separati dal vetro della finestra, due sguardi in una sola intesa.
Sintetico ed efficace il notturno, la luna e la zampina del gatto protesa verso di lei.
Abbiamo infine un bel gattone perfettamente immortalato nell’atto di abbeverarsi con una goccia d’acqua cadente, descrivendo così la curiosità dei gatti per i giochini d’acqua.

Lombardi Giovanna – “Riflessi”

Lombardi Giovanna – “Sete”

Molinari Annamaria – “Minou”

Due piccole tele, per due piccoli e tenerissimi sguardi. Due Anime gentili sicuramente come l’autrice!
Eccellente l’accostamento del verde degli occhi di Minu, con il suo mantello soffice a gradazioni di violetto, in una insolita inquadratura dall’alto, con la figura che riempie la tela.
La piccola Minette poggia su di uno sfondo animato da tenere e delicate creaturine, tenere come lei stessa, con un secondo quasi impercettibile gattino evanescente sullo sfondo.
Quasi due acquarelli, come resa d’effetto, magistralmente e delicatamente dipinti ad olio.

Molinari Annamaria – “Minette”

Polese Walter – “Chagall ed il gatto Lucifero”

Ecco un suggestivo omaggio al grande Maestro Marc Chagall, con l’opera “Belle il Compleanno”.
Walter ne ha colto perfettamente lo stile pittorico leggero, sognante, naif, evanescente, romantico, dipingendo il volo di due amanti, Chagall e sua moglie Belle, nel giorno del compleanno di lei, nel magico cerchio dell’amore.
Il volo come sensazione che avvolge due anime e le porta in alto, dove niente e nessuno li potrà mai raggiungere.
Ma sul pavimento, intento ad osservarli, Walter ha aggiunto un gattino dipinto seduto in stile chagalliano, curioso di ciò che sta accadendo in quella stanza.
Ci sembra stia pensando “Queste prede volanti sono troppo grandi per me!!!!”

Salvati Elisa – “Nuvole”

Un luminoso affaccio sul mare attraverso un’ampia finestra decorata da tende verdi.
Uno snello gatto nero che si stira pigramente sul davanzale. Un’alba? Forse si!
Il titolo sposta l’attenzione al cielo dove dense e materiche nuvole scorrono sospinte da rivoli di vento, dando origine ad un immaginario e fantastico piccolo gatto al centro della composizione.
Ma il protagonista dell’opera è senza dubbio l’interno dell’abitazione, che appare curato ed accogliente, pur essendo nel nostro campo visivo solamente un rigoglioso mazzo di girasoli in vaso, ed il piccolo ritratto di un panciuto gattino!! La composizione ci suggerisce gli interni con finestre di Matisse, anche per l’uso intenso dei colori. Una bella opera!.

Cristina Sozio – “Black Cat”

Testoni Roberta – “Sguardo sul mondo”

Opera molto originale per composizione e stile pittorico. Una pop-art, ovvero un comics, una parte del volto un gatto dall’espressione beffarda e dallo sguardo penetrante, appare in primissimo piano. E’ notte, il profilo dei grattacieli ci parla di una città. Si scorge una sola finestra illuminata da una luce, giallo profondo e brillante come gli occhi di questo guardiano dell’oscurità. Chi mai sarà e chi mai sarà a quella finestra? La storia, la narrazione, continua attraverso l’immaginario dell’osservatore. Sapiente l’uso del B/N e dell’unico colore utilizzato, il giallo appunto.

Zamparelli Ginevra – “Untitled 1”

Una giovanissima artista ed una grande capacità espressiva, per contenuto e per modalità strumentale e tecnica di realizzazione dell’opera.
Il gesto grafico a gesso, è deciso e veloce, incisivo e sintetico, quasi essenziale il colore ad olio.
Easy e giovanile il supporto in cartone da imballaggio per Untitled 1, snella la composizione quasi fumettistica. Graffiante lo stile in entrambe le opere, due gatti scattanti pronti all’azione.

Zamparelli Ginevra – Untitled 2”

Il Doppio Creativo Art Studio © 2022 All Rights Reserved. Privacy Policy / Terms of Use
Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy